Solidarietà al popolo Ucraino

«Io non credo nelle vittorie ottenute in fretta, con la violenza. Gli amici bolscevichi che guardano con interesse al mio insegnamento, devono comprendere che per quanto possa condividere e ammirare le aspirazioni e i sentimenti nobili, io sono inflessibilmente contrario ai metodi violenti, anche quando vengono posti al servizio della causa più nobile… L’esperienza infatti mi insegna che dalla falsità e dalla violenza non possono scaturire risultati positivi duraturi.»

«Bisogna combattere la violenza. Il bene che pare derivarne è solo apparente; il male che ne deriva rimane per sempre.»

Mahatma Gandhi

 

EMERGENZA UCRAINA ACCOGLIENZA

Oggi le immagini e la sofferenza che ci giungono dall’Ucraina addolorano profondamente tutti Noi, Cattolici, Europei. La sfida che oggi il popolo ucraino ha di fronte a sè è dolorosa e pare inumana. Il popolo Ucraino e’ un popolo coraggioso che ha risposto immediatamente all’invasione Russa con un estremo sacrificio e imbracciando le armi contro il nemico invasore.

La storia e’ una lunga lista di popoli che si sono sacrificati con la propria vita contro la violenza e l’ingiustizia, La storia e una lunga lista di massacri di indifesi, di ricordi epici che rimangono sui libri di storia.

Ma e’ questa la via? E’ questa la domanda che umanamente tutti Noi ci facciamo. Il sacrificio di inermi, bambini e donne sull’altare della giustizia? O forse c’e’ una via alternativa fatta di accettazione della realtà, accettazione che il piu’ forte, il male a volte puo’ vincere, puo’ imporre il suo potere, MA NON PUO’ MAI PIEGARE L’ANIMA DI UN POPOLO UNITO.

Speriamo che la violenza armata cessi e inizi un altro modo di combattere, una resistenza alla dittatura, una resistenza al male e al suo potere.

Questa e’ la strada che Cristo, ma grandi uomini ci insegnano, Gandhi, Dalai Lama, Papa Francesco e tutti coloro che in ogni parte del mondo vivono sperando e resistendo ogni giorno al potere del Male.

Translate »